Dolce a cupola – tripudio di sapori

Non tutti gradiscono la colomba ed io sono fra quelli. Ho pensato quindi di utilizzarla facendo uno zuccotto che, a parere degli ospiti del giorno di Pasqua, è riuscito benissimo. Non ho usato uova, quindi risulta anche abbastanza leggero.

Ingredienti:

  • 1 colomba mandorlata classica (ne ho usata solo mezza)
  • 300 gr di ribes bianco
  • 500 gr di fragole
  • 200 gr di mascarpone
  • 150 gr di panna da montare
  • 3 buste (375 gr) di zucchero a velo
  • 4 cucchiai di zucchero semolato

Preparazione:

Ho usato il ribes bianco perchè mia mamma lo conservava nel freezer, ma potete usare un altro tipo di frutta che abbia un sapore un pò asprino.
Metteteli in un tegamino con due cucchiai rasi di zucchero e fateli bollire per dieci minuti. Filtrateli per eliminare i granellini.

Tagliate la colomba a fettine sottili circa 1 cm.
Tagliate alcune fragole a fettine sottili.
Montate separatamente la panna e il mascarpone al quale avrete aggiunto 2 cucchiai di zucchero. Mescolateli delicatamente.
Prendete lo stampo da zuccotto e ricopritelo con pellicola da cucina, lasciandola abbondante sui bordi. Quindi, seguendo la forma dello stampo, foderatelo con le fette di colomba. Irroratele con parte del succo di ribes.
Cominciando dal fondo, con una spatola, stendete una piccola parte del mascarpone, ricopritelo con fettine di fragole e poi con fettine di colomba. Irrorate con il succo di ribes e continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti.
Completate con le fettine di colomba irrorate con il succo di ribes.
Ricoprite tutto con la pellicola che esce dai bordi e premete bene con le mani.
Mettetelo in frigorifero per alcune ore. Potete anche prepararlo alcuni giorni prima e metterlo nel freezer.
Quando lo togliete preparate la ghiaccia. Versare le tre buste di zucchero a velo in una ciotola e versate, goccia a goccia, acqua calda, fino a scioglierlo. Deve risultare una pastella densa. Con una spatola, distribuitelo sul dolce. Tagliate le fragole e disponetele a corona alla base del dolce.
Vi assicuro inoltre che è molto più facile farlo di quello che sembra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.